Storia

Una storia importante

Quando c’è un passato da raccontare, c’è una bella storia; quando la storia prosegue ed ha un futuro significa che la storia è anche importante.

La nostra associazione nasce nel 1982 attorno ad un piccolo gruppo di donatori animati dall’indimenticabile Renato Dall’Oca, primo presidente. Grazie alla sua intraprendenza, allegra e contagiosa, già alla prima uscita domenicale dell’emoteca (28 marzo 1982) vengono raccolte 44 donazioni; 27 sono le persone che compiono questo gesto per la prima volta. Con lui ricordiamo un altro amico prematuramente scomparso, Roberto Griso, sempre presente e disponibile in tutte le iniziative di informazione e promozione al dono del sangue.
Gli altri componenti il primo direttivo dell’allora “AIDO-S. CAMILLO“ sono stati: Bonizzato Luciano, Cazzadori Paolo, Dal Bosco Giorgio, Dall’Oca Marco, Danzi Annalisa, Giacopuzzi Adelino, Maggi Franca, Mischi Giuseppe, Pellegrini Anna, Baroni Cesare e Ciresola Luigi.

Il nostro gruppo è stato accolto con simpatia dalla Presidenza Provinciale, in particolare dal Signor Silvano Salvagno che ancora oggi ci segue, c’incoraggia, ci sprona al meglio.
25 anni sono un lungo cammino segnato da grandi entusiasmi, momenti di difficoltà e piccole crisi che abbiamo saputo superare anteponendo a tutto il valore della gratuità e della solidarietà propri dell’Associazione a cui apparteniamo.
Con un pizzico di nostalgia ricordiamo l’uscita dell’emoteca presso la scuola elementare; ogni volta era una festa, era l’occasione per incontrarci, rivederci e incoraggiarci… fra torte, panini e caffè.
La mancanza di questo tipo di rapporto è stata sicuramente una grande perdita ma abbiamo ottenuto in cambio una donazione di qualità, che fatta in ambienti idonei, è garanzia di sicurezza sia per il donatore che per il ricevente. Abbiamo trovato allora nuove occasioni per stare insieme, per lanciare messaggi… credo che abbiamo permeato di FIDAS molti spazi nel sociale della nostra comunità.

Grazie alla disponibilità di molti abbiamo potuto incontrare i giovani giocatori di calcio, i ragazzi della pallavolo, il gruppo giovani della Parrocchia e i genitori della Scuola Materna.
Un pensiero particolare lo merita la nostra Scuola Elementare, insegnanti e ragazzi che annualmente accolgono la nostra visita e puntualmente partecipano alle nostre feste con cartelloni, slogans, messaggi e poesie.
Insieme abbiamo vissuto allegre castagnate, splendide Feste di Primavera e abbiamo colorato di rosso il “derby dell’Alpo”. Abbiamo riscaldato e illuminato con l’amicizia lo scambio di auguri delle vigilie di Natale, abbiamo occupato le vostre domeniche con splendide biciclettate e gare podistiche.
In molte di queste attività promozionali abbiamo avuto e possiamo tutt’ora contare sulla fedele collaborazione del gruppo Alpini che ringraziamo anche per l’uso della sede.

Essendo parte di questo gruppo dalla sua nascita, sento di poter dire che ci troviamo di fronte ad una bellissima realtà che diventerà tanto più importante quanto più grande sarà, per ognuno di noi, la voglia di partecipare alla costruzione di un mondo migliore . A volte basta poco, altre volte ci costa molto… siamo arrivati all’oggi grazie a tutti quelli che in questa causa hanno messo passione, tempo, cuore.

Per dovere di cronaca, vogliamo ricordare i Presidenti di sezione che si sono succeduti: Dall’Oca Renato, Magalini Giannino, Danzi Annalisa, Bonizzato Federico e Ferrarin Denis, attualmente in carica.
Il nostro grazie, per ieri, oggi e domani, è per tutti i donatori, per chi lo è stato, per chi vorrebbe ma non può, per chi ci sta pensando… (non è mai troppo presto).

Annalisa Danzi