10 dicembre 2010 ~ Commenti disabilitati

Grande successo del Flash Mob di Fidas Verona!

In occasione della 1° Giornata nazionale del Donatore Fidas, domenica 28 novembre 2010 in Piazza Bra a Verona si sono radunati oltre 800 tesserati di Fidas Verona, provenienti dalle 73 sezioni Fidas della provincia, per dar vita a un flash mob, evento che prevede il raduno in un posto e ad un’ora definita di un gran numero di persone per mettere in pratica un’azione comune, in questo caso un messaggio collettivo a favore della donazione di sangue.

Il messaggio lanciato dal nostro Presidente provinciale Fidas Verona Massimiliano Bonifacio, che ci deve far riflettere seriamente, è stato “Cosa succederebbe se i donatori di sangue si fermassero?”

A Verona sono 10mila i tesserati Fidas e rappresentano oltre il 30% di tutti i donatori della provincia. Di questi circa il 40% sono giovani tra i 18 e i 28 anni. Sono cifre notevoli, ma insufficienti se si pensa che ogni giorno a Verona vengono effettuate circa 200 trasfusioni. A tal proposito, il presidente della Fidas ha poi lanciato un allarme: “Secondo l’indagine che la Fidas nazionale ha svolto in collaborazione con il Censis, nei prossimi 10 anni il numero di donatori di sangue tra i 18 e i 35 anni è destinato a diminuire in maniera significativa, il che potrebbe mettere a rischio l’autosufficienza nazionale in sangue ed emoderivati, a fatica raggiunta negli ultimi anni. Iniziative come quella di oggi sono quindi fondamentali non solo per dare visibilità al nostro messaggio, ma soprattutto per invitare nuovi amici ad unirsi a noi”.

Leggi l’articolo completo sul sito di Fidas Verona

I commenti sono chiusi.